Vecchi articoli

   

Lunedì 6 Luglio, sul Tevere

Cari soci è già un po' di tempo che nei nostri programmi c'è la discesa del Tevere. Ebbene forse quest'anno riusciremo a farla.
Il programma di massima potrebbe essere questo:
Partenza ore 6,30 da Castel Bolognese, arrivo a Umbertide per lasciare l'auto alle ore  9,00 poi ritorno a Città di Castello per scendere in acqua
   
   
   
.


La descrizione del percorso è la seguente:

DA CITTA’ DI CASTELLO A UMBERTIDE
Percorso molto bello dal punto di vista ambientale. Il fiume scorre con ampie curve circondato di
rive boscose che a volte si chiudono a cupola su di esso. Non presenta particolari difficoltà, tranne
nel primo chilometro per la presenza di piccoli ostacoli.
GRADO I/II
DISTANZA KM 28
TEMP. H2O fresca
PORTATA 20m3
PERIODO primavera/autunno
IMBARCAZIONI tutte
TEMPO 5,5H   (mi sembra molto alto)
PAESAGGIO ••••
WILD WATER ••
QUALITA’ H20 discreta
FIUMI VICINI Chiascio, Bosso, Candigliano
IDROMETRO ???
IMBARCO Sotto il ponte di Città di Castello riva sinistra in corrispondenza del
campo slalom e della sede del canoa club. Oppure circa 1 km a
valle presso loc. Canonica per evitare le prime piccole difficoltà
SBARCO Prima dello sbarramento di massi alla rinfusa in riva sinistra in
corrispondenza del campo gara pesca FIPSAS,strada sterrata
sull’argine sino in paese. Oppure rimbarcandosi in riva dx sotto il
ponte del paese raggiungibile con una strada sterrata dal
distributore ERG (parcheggio)
ASSISTENZA Dai ponti stradali
ATTENZIONE Con bassi livelli ai pali conficcati nell’alveo di vecchie pescaie e
ad eventuali tronchi e rami
DESCRIZIONE Percorso classico, prima tappa della storica DISCESA DEL TEVERE
È’ adatto anche ai principianti dato la non grande velocità della
corrente. All’imbarco uno sbarramento crea un onda con un bel buco
da Play e due belle morte laterali. Subito dopo distanziati di circa 300
metri, altri piccoli sbarramenti sono facilmente superabili. tranne
l’ultimo che essendo ingombro di massi crea una piccola rapidina.
Si consiglia per i principianti e le canoe lunghe e chigliate di
imbarcarsi a valle di quest’ultimo. Da qui in poi continua con un
andamento naturale, alternando piccole correntine a momenti placidi,
in un letto non molto largo con acqua limpida . Facile avvistare aironi
e nitticore appollaiati sui rami o intenti a pescare. Begli scorci sulle
colline argillose circostanti che lambiscono le anse.


Se pensate di venire date presto la vostra adesione. Si parte se c'è una discreta partecipazione.
Ciao Emilio 

  • Alberto

    Posted at 2015-06-25 10:11:38

    Peccato!!! non ci potrò essere...divertitevi

    Reply to comment

   
© uominiliberi.org