Brrrivido freddo in un agosto caldo

Dettagli

L'estate castellana stava trascorrendo tranquilla e piatta come in un qualsiasi paesino della provincia. Ad interrompere la quiete afosa ci ha pensato un buontempone o se volete un BASTARDO. 
Se avete già letto l'articolo qui sopra, starete già pensando:
"Castello non è troppo grande. Se togliamo Albanesi, Marocchini, Meridionali, vecchi , bambini e giovani non ancora sposati, restano veramente pochi. Se fra questi pochi ci sono 30 cornuti o presunti tali, i mariti che possono dormire sonni tranquilli e che possono attraversare Piazza Bernardi a testa alta, sono veramente pochi."
La nostra associazione conta numerosi Castellani, chiunque abbia un po' di rudimenti di statistica nel suo bagaglio scolastico, fa presto a dire: " fra i soci castellani, il becco ci sarà!!!"
E quindi per bloccare sul nascere qualsiasi illazione, ipotesi, supposizione: in qualità di PRESIDENTE, con l'autorevolezza che ne deriva, mi sento di dire e di sottoscrivere che
                                                 nessun socio castellano è cornuto 
Riguardo all'altro punto, quello dell'impotenza, il discorso si fa un po' più delicato e complesso e quindi è meglio sorvolare.

Il presente articolo non era certamente dovuto, ma la base sociale, lo "zoccolo originario", andava tutelato e tranquillizzato.
il Presidente
  • Giorgio

    Posted at 2013-08-06 21:25:28

    Presidente .... grazie per essere intervenuto in difesa dei soci .. però devo ammettere che devo dire che quando andavamo a lezione di "eskimo" a Imola .. al rientro ci è parso di notare una Città molto viva e attiva .. e si sa dove c'è il "formaggio" i topi sguazzano ... a proposito quella SAMANTA è sempre sotto lo stesso lampione .. AH AH AH Giorgio

    Reply to comment

   
© uominiliberi.org